venerdì 23 marzo 2018

Arrivederci Amico Mio



Il nome che ho scelto per il mio blog alla fine del 2012 fu "La Ve (Fu) Vamp e il Suo Meogattero", magari tanti passanti non se ne sono mai resi conto, ma nel dare il nome al blog oltre ad ironizzare sul fatto che non sono proprio più così giovane, avevo voluto includere anche il mio Boomerang. Se curiosate fra i vari post del blog, o su instragram o su Facebook, spesso l'ho ritratto e "usato" come una superstar. Meogattero è un gioco di parole fra meo in romano e miao e la parola Megattera, il grande cetaceo dato che Boomy non era proprio una silfide.
Non è facile scrivere questo post per me, ma mi sono detta che lo devo fare. Scusate se magari ci sarà un po' di confusione nei pensieri e il post non sarà lineare ma è davvero difficile.
Quando aprii il blog, pensai... chissà il giorno in cui il mio Boomy (Boomerang) non ci sarà più, sarà doloroso avere a che fare anche con il blog, visto che appunto, non solo gliel'ho dedicato ma è anche spesso il protagonista delle foto.
Beh, il mio piccolo Amico a metà Febbraio ha deciso che non voleva più mangiare, in pochissimo tempo è dimagrito fino a che la notte fra Giovedì 1 Marzo e Venerdì 2 Marzo ho dovuto prendere una decisione che non si vorrebbe mai prendere e l'ho fatto volare sul ponte dell'arcobaleno.
L'ho fatto per il suo bene, per la sua dignità e per non farlo soffrire più. Aveva 15 anni. Passare 15 della vita con un essere vivente sempre al tuo fianco, occupandosi di lui sempre, comunque, e prima di tutto.
E' un'esperienza che avevo già affrontato con la mia prima gatta Duchessa, che ho avuto dai 6 ai 19 anni ma ragazzi... che botta che è.
In questi giorni mi sono letta due libri che trattano la perdita dei nostri pelosetti perché ho pensato di essere esagerata, scoprendo in realtà che di vero lutto si tratta.
Forse in Italia c'è poca sensibilità in questo senso, in altri paesi come la Gran Bretagna è posta maggior attenzione a questo evento.
Avete presente quando vi dicono : "ma cosa torni a casa a fare? Tanto il gatto al limite muore e basta" oppure "eh vabbè dai, è solo un gatto!". Io credo non ci siano frasi peggiori da dire. Sono di una indelicatezza e di una ignoranza che può essere solo caratteristica esclusiva degli umani.
Il "è solo un gatto" se sto male, sono giù di morale, sono depressa, se ne accorge ancor prima che se ne accorga un umano, senza che tu abbia bisogno di dare spiegazioni è capace di venire immediatamente a consolarti senza chiedere nulla in cambio. Ma queste sono cose che capisce solo chi ha davvero vissuto con un peloso. Chi tiene in giardino un cane o un gatto, tanto per, non lo può capire, figuriamoci chi non ha mai avuto il privilegio di svegliarsi con il sederone in faccia dei nostri pelosi. O di raccogliere vominitini, calpestare cacca a piede nudo di prima mattina, essere accolto al rientro a casa tutti i giorni con una felicità che ti riempie il cuore, essere svegliato tutti i giorni alla stessa ora cascasse il mondo!
Il vuoto che lasciano è incommensurabile ed incommensurabile è ciò che ci hanno insegnato e donato.
Boomy l'abbiamo seppellito in giardino insieme alla sua Erba Sgatta. Nevicava.
Boomy ora sta seminando Erba Sgatta a tutto spiano e sta già riorganizzando un traffico internazionale nell'altra dimensione di Erba Sgatta.
I tre giorni successivi sono stati per noi un vero strazio. Non volevamo neanche stare in casa perché... perché è così.

Una settimana dopo abbiamo adottato una gattina piccina, l'abbiamo chiamata Ginger. E' stata ritrovata proprio la notte in cui Boomy se n'è andato. Non lo so, forse me l'ha mandata lui...
E' una micina che ha già bisogno di cure e di tanto amore. Non è una sostituzione, perché nessun peloso può essere sostituito, ma lei mi sta aiutando a far passare questo grande dolore.
Di dolore si tratta e per molti è ancora un taboo.
Volevo comunicarlo perché scrivere è sempre un modo per esternare ciò che è dentro, perché il blog è anche suo e perché adesso probabilmente Ginger sarà una SuperSgat e chi si chiedesse "ma che fine ha fatto quel gattone nero?" ha la risposta in questo caotico post.

Vorrei scrivere davvero ancora tanto, tantissimo, ho anche qualche piccolo senso di colpa ma la Vita va avanti e ora devo occuparmi dei miei Amori... il mio sculasone Boomy e la mia tacchinona Duchessa sono sempre al mio fianco e nei miei ricordi, quello che c'è stato tra di noi rimarrà per sempre nel mio cuore.



2 commenti:

  1. Non sai che fitta di dolore leggere queste parole..mi è tornato in mente quando ho perso la mia Miss Grey. Per me è una sorella, condividevamo le giornate fatte di gioie e dolori. Mi capiva al volo e passavo serate con lei acciambellata sulle gambe ed il rumore delle sue fusa non le dimenticherò mai. Io non ho nemmeno potuta seppellirla :-( qualche pirata della strada l'ha investita e i vicini hanno pensato bene di farla sparire prima che io la vedessi. Se ci ripenso sto male.
    Ti capisco Vale, il vuoto rimarrà e non sarà mai sostituito. Coccolati la tua Ginger, sicuramente te l'ha mandata lui proprio come con me è successo con la cagnolina Amelia che abbiamo adottato.
    Un forte abbraccio <3

    RispondiElimina
  2. Ciao, nuova follower; complimenti per blog e post; questo l'ultimo pubblicato da me: https://ioamoilibrieleserietv.blogspot.it/2018/05/25-indiscrete-domande-cinematografiche.html


    Se ti va ti aspetto da me come lettrice fissa


    Grazie

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...